Uno dei nove vincitori del premio Kavli di quest’anno è l’ideatore di BrainHQ, il Dr. Michael Merzenich, che si è distinto in modo lodevole nel campo delle neuroscienze.

Il premio Kavli viene conferito a scienziati che si sono distinti per aver compiuto studi pionieristici e, oltre a rappresentare un importante riconoscimento a livello mondiale, consiste in ben un milione di dollari da investire nella ricerca scientifica. Ogni due anni l’Accademia delle Scienze norvegese, la fondazione Kavli e il Ministro norvegese dell’educazione e della ricerca decidono di premiare con questo prestigioso riconoscimento nove scienziati, che hanno primeggiato nel campo delle neuroscienze, delle nanoscienze e dell’astrofisica.

I tre vincitori del premio Kavli per l’astrofisica sono stati quest’anno Ronald Drever, Kip Thorne e Reiner Weiss. I tre scienziati hanno contribuito in modo considerevole alla prima rilevazione diretta delle cosiddette onde gravitazionale, ipotizzate da Einstein ormai 100 anni fa. A vincere il premio nell’ambito delle nanoscienze per l’invenzione del microscopio a forza atomica sono stati invece Gerd Binning, Christoph Gerber e Calvin Quate. Tra i detentori di tale onorificenza, in ambito neuroscientifico, vi è il Dr. Michael Merzenich, che condivide il premio con Eve Marder e Carla Shatz,il cui impegno nella ricerca circa la plasticità cerebrale è stato encomiabile.

Lo scienziato Michael Merzenich ha dedicato un’intera vita allo studio del cervello umano, contribuendo in modo significativo ad importanti scoperte sulla neuroplasticità, ovvero la capacità del nostro cervello di modificare le connessioni sinaptiche, la propria struttura e le proprie funzioni. In passato si riteneva che tale caratteristica fosse propria solamente dei bambini nei primi anni di vita e che scomparisse con il passare degli anni. Di recente è stato invece dimostrato che non esiste alcun tipo di rapporto lineare tra età e plasticità cerebrale. Come confermano gli studi del Professor Merzenich, il cervello è in grado di modificarsi anche in età adulta. Proprio la conoscenza di questa importante caratteristica è stata poi sfruttata dal neuroscienziato per la creazione di vere e proprie terapie per coloro che soffrono di autismo, schizofrenia, Alzheimer, morbo di Parkinson e altre malattie neuro-degenerative. Inoltre ha ideato dei programmi per l’allenamento cognitivo, che, se seguiti con costanza, portano a miglioramenti reali e duraturi delle funzioni cognitive di ciascuno di noi.

brainhq tabletUno dei programmi più significativi sviluppati da Michael Merzenich è certamente BrainHQ, di cui Neocogita è l’azienda distributrice per l’Italia: si tratta di una serie di esercizi che contribuiscono a mantenere in allenamento il nostro cervello. Un programma di training cognitivo come quello sviluppato da Merzenich porta a significativi benefici nell’attenzione, nella memoria, nei tempi di reazione, nell’intelligenza, nelle capacità sociali e nell’orientamento.

Nonostante i passi da gigante che sono stati compiuti in ambito neuroscientifico negli ultimi anni, si tratta tuttavia ancora di un campo nuovo, in cui vi è ancora tanto su cui ricercare. Il milione di dollari ricevuti con il premio Kavli contribuiranno sicuramente in modo considerevole ad ulteriori progressi nel campo delle neuroscienze.

Fonte: Tech Insider